Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e per fini statistici. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

back to » destinazioni

isole egadi

(0 Voti)

Isole Egadi: un vero e proprio Eden marino da scoprire isola dopo isola, uno spettacolo per gli occhi e per lo spirito.

A breve distanza da Trapani, compresa tra le isole di Favignana (la più grande),Levanzo e Marettimo si estende l’area marina protetta delle isole Egadi.Completano l’arcipelago gli isolotti di Maraone e Formica. Potrebbe facilmente capitarvi, tra un’immersione ed un giro in barca,di vedere delfini piroettare sull’acqua,saltare sulle onde,per poi eclissarsi in una nube di schiuma: uno spettacolo improvviso che vi lascerà senza fiato.  

Favignana è l’isola più grande dell’arcipelago le cui lunghissime coste sono un susseguirsi di calette da sogno e scorci sul mare. Partendo dal porto del capoluogo e proseguendo verso est si arriva agli scogli di S. Giovanni, cave di tufo abbandonate che formano delle piscine naturali. Proseguendo si arriva a Cala Rossa, uno dei posti più belli dell’isola, che prende il nome dallo scontro sanguinoso avvenuto nel 241 a.c. tra Romani e Cartaginesi. Proseguendo sempre verso est è tutto un susseguirsi di incantevoli calette e grotte: la cala del Bue marino,che ospitava fino a qualche tempo fa le foche monache, cala Moni,adatta ai bambini poiché sabbiosa, la grotta perciata (bucata),un porticciolo naturale ricoperto di cespugli di capperi,un must per gli appassionati di fotografia. Poi, cambiando direzione verso ovest, si trova invece Cala Rotonda, un porto naturale con un arco in pietra detto l’arco di Ulisse.

Marettimo, l’isola sacra che alcuni hanno identificato con l’Itaca di Ulisse, sembra l’isola dei bambini che, per l’assenza di traffico, animano le stradine con le loro improvvisate bancarelle di conchiglie con le quali realizzano splendide collane. Anche qui gli scenari da favola vi lasceranno senza fiato: la splendida laguna di Cala Cretazzo, la Grotta del Cammello e Cala Bianca. Per gli appassionati di immersione segnaliamo Punta Bassano,con una parete di gorgonie rosse, la Grotta della Cattedrale,dove si entra a circa 30 metri di profondità e dopo un percorso di 150 metri si esce a 18, ed infine Cala Spalmatore,dove si può osservare da vicino il relitto di una nave.

Anche Levanzo è l’ideale per chi vuole godersi una vacanza fatta di mare e relax. Da visitare la Grotta del Genovese, l’unica in Italia che custodisce incisioni paleolitiche. Per non parlare dei fondali le cui acque cristalline pullulano di incredibile vitalità:tra le praterie di posidonia avvisterete aragoste, murene, saraghi e dentici enormi. Potrebbe persino capitarvi,esplorando i fondali anche al di fuori delle acque protette, di imbattervi in reperti archeologici corrosi dal mare come parti di antiche navi da guerra romane e cartaginesi che testimoniano i sanguinosi scontri avvenuti tra Marettimo e Levanzo durante la 1° Guerra Punica.

A ribadire l’importanza di questi luoghi come crocevia delle diverse culture, araba, normanna, bizantina, sono anche i sapori sedimentati nella tradizione culinaria siciliana ove regna sovrano il pesce cucinato in mille modi diversi.Tra le specialità delle isole Egadi c’è il couscous ripreso appunto dalla cucina araba nella versione marinara che sostituisce il montone con il pesce e insaporito con spezie varie.Meritano un assaggio anche gli spaghetti con la bottarga di tonno e i “busiati”, una pasta tipica fatta in casa,solitamente condita con il pesto siciliano.

Questi e mille altri i buoni motivi per visitare le isole Egadi, luoghi incantati che renderanno indimenticabili i ricordi di questo nostro lungo “Viaggio”.

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 925 volte
Ultima modifica il
Venerdì, 20 Giugno 2014 10:55
Articoli correlati (da tag)
Altro in questa categoria: « isole eolie isola di Procida »

commenti

Devi effettuare il login per inviare commenti